Past President del Rotary Club Milano San Babila

A fine giugno si è conclusa la mia esperienza, durata un anno come da statuto, da Presidente del Rotary Club Milano San Babila, incarico che ho ricoperto con orgoglio per l’anno sociale 2020/2021, purtroppo segnato dall’emergenza sanitaria che ci ha impedito di vederci “in presenza”. Il nostro lavoro non si è però fermato e le nostre conviviali, così come le altre riunioni di Club, sono continuate in rete, con video conferenze che hanno visto la partecipazione di personalità importanti che ho avuto il piacere di ospitare all’insegna del mio programma Dietro le quinte.

Una chiave per approfondire e condividere le mie passioni: musica, teatro, arte, cultura, sport visto non dalla parte dello spettatore ma dal punto di vista di chi vi lavora e opera. Ma abbiamo parlato anche di fotografia, giornalismo e sostegno ai più deboli, argomento di primo piano per questo sodalizio in cui mi ritrovo da anni: con tanti amici tesi al bene comune secondo gli ideali rotariani che vedono le migliori personalità della società impegnarsi nell’aiuto alle situazioni di fragilità e nel sostegno a progetti innovativi e meritevoli.

 

In occasione del passaggio ufficiale delle consegne, al mio successore Stefano Devecchi Bellini, cui faccio un grande augurio di buon lavoro, ci siamo ritrovati (più di cento invitati…) nel cortile di palazzo Turati, nella centralissima via Meravigli a Milano.

Oltre agli amici del Rotary Club San Babila, di altri club milanesi e dei giovani del Rotaract, ho così avuto modo di ospitare, alla cena d’onore magnificamente apparecchiata dall’amica rotariana Mariella, proprio i relatori delle serate “a distanza” che hanno segnato la mia presidenza nelle conviviali del martedì, forzatamente online per via delle ristrettezze imposte dall’emergenza sanitaria, all’insegna del programma “Dietro le quinte” del mondo dell’arte, della cultura, della musica e della letteratura.

Franco Mussida, storico chitarrista della Pfm e presidente del Cpm, il Centro Professione Musica di Milano, la fotografa Emanuela Balbini, il “collega” Claudio Argentiero presidente dell’Afi, l’Archivio Fotografico Italiano, la curatrice di mostre d’arte Elena Lissoni, Anna Sala di Azucena, la grafologa Candida Livatino, l’avv. Elda Panniello, esperta nel diritto di famiglia.

 

 

Tra le Paul Harris Fellow (prestigioso riconoscimento rotariano in onore del fondatore) distribuite, spiccano quelle ai miei amici giurati del Premio Koliqi, con cui si è instaurato da anni un piacevolissimo rapporto che è prima di tutto di amicizia: il baritono Roberto De Candia, il musicista e didatta Loris Peverada, l’agente d’opera Markus Laska e il regista teatrale Gianmaria Aliverta.

 

 

Facebooklinkedin