Presidente del Rotary Club Milano San Babila

Martedì 30 giugno sono stato eletto Presidente del Rotary Club Milano San Babila, incarico che vado a ricoprire con orgoglio per il prossimo anno sociale 2020/2021. Un sodalizio in cui mi ritrovo da anni: tanti amici tesi al bene comune secondo gli ideali rotariani che vedono le migliori personalità della società impegnarsi nell’aiuto alle situazioni di fragilità e nel sostegno a progetti innovativi e meritevoli. Il mio programma è intitolato Dietro le quinte: parole chiave per approfondire e condividere le mie passioni: musica, teatro, arte, cultura, sport.

Il discorso

Carissimi,

voglio ringraziare prima di tutto il past president Riccardo Costa per come ha saputo ricoprire questo ruolo importante in un momento molto difficile della nostra vita e di quella di tutti.

Consapevole delle qualità di chi mi ha preceduto, e consapevole del nostro impegno nel partecipare e dare il massimo per il nostro club, per il Rotary e i suoi ideali, confido di essere all’altezza delle sfide che ci aspettano.

Comprenderete la mia emozione, che nasce anche dall’aver superato un difficile momento della mia vita; questa pandemia ha colpito duro e mi ha lasciato qualche segno nella voce che, come avrete notato, non è più quella di prima. Ma è rimasta immutata la carica, l’energia che voglio condividere con voi nell’affrontare questo nuovo, importante ruolo che ho l’onore di ricoprire, con immutato spirito di servizio.

Ed è questa la grande emozione di questa sera.

Abbiamo lavorato insieme su tanti progetti, e ora toccherà a me guidare la squadra: amici fidati che sono e saranno al mio fianco per sviluppare nell’anno rotariano il tema che ho voluto scegliere e di cui vi avevo già accennato nella nostra ultima conviviale di febbraio.

 

Dietro le quinte sono tre parole chiave per interpretare l’arte, la cultura, la musica, lo sport (e tanto altro) da un punto di vista particolare. Non sotto le luci della ribalta o nello sfolgorio dello spettacolo che va in scena. Ma è piuttosto la ricerca, il confronto, lo sforzo che tutti gli attori di queste discipline devono mettere in campo per dare vita a eventi, manifestazioni che sappiano dare gioia e felicità ma anche uno spessore, un presupposto ideale alla nostra quotidianità. Una scelta operata seguendo le mie passioni, che spero tocchi anche i vostri sentimenti.

Un percorso in cui si intrecceranno le coordinate di sempre, gli insegnamenti rotariani: stare vicino a chi ne ha bisogno, sostenere progetti e idee meritevoli, dando il nostro contributo che non è solo economico, ma anche di vicinanza e attenzione: dove c’è fragilità, dove c’è bisogno di una mano, faremo il possibile per non negare il nostro aiuto, nella riservatezza che ci contraddistingue.

L’anno che si apre sarà dunque carico di responsabilità, ma anche di nuovi stimoli. Vi ringrazio ancora per la fiducia che avete riposto in me e vi abbraccio tutti, anche se virtualmente, uno per una, facendoci gli auguri per una nuova stagione, carica di frutti. Nella speranza che le nebbie dell’emergenza che ben conosciamo, si dissolvano al più presto nella grazia di giorni migliori. Ce lo meritiamo tutti.
Grazie.

Ecco la gallery della serata!