Pedalata amatoriale e solidale: il successo della Busto Scopello

Sara Assicurazioni presente, con una squadra composta dai giovani che hanno animato lo stand… insieme ai “veterani” Marco Falanti, dell’agenzia di Gallarate, e Oscar Macchi, dell’agenzia di Busto Arsizio.

Domenica 11 settembre si è corsa la ventisettesima edizione della Busto Scopello, “classica” delle due ruote che, partita la mattina dal Museo del Tessile di Busto Arsizio con lo start dato dal sindaco Emanuele Antonelli, dopo una sosta ristoratrice a Serravalle Sesia, è arrivata a mezzogiorno in punto sulla piazza del borgo di Scopello.

La giornata di sole ha regalato un panorama stupendo tra cieli azzurri e montagne

Dopo l’aperitivo offerto all’arrivo, anche per ringraziare abitanti e villeggianti di Scopello che accolgono sempre con calore la manifestazione, la compagnia si è spostata al Palasport Confortola dove ai cento corridori (di cui sedici donne) si sono aggiunti familiari e amici, che hanno fatto onore alla tavola e al ricco menu superando i duecento coperti.

Antonella Grassini, instancabile animatrice dell’iniziativa, ha ringraziato sponsor e partecipanti, invitando tutti alla prossima edizione.

I fondi raccolti, anche grazie a una lotteria con ricchi premi offerti dagli stessi sponsor, saranno devoluti all’Aias di Busto Arsizio e al Comitato Maria Letizia Verga per lo studio della leucemia.

Star della giornata Damiano Cunego, che ha raccontato storie del suo passato da campionissimo e la “nuova vita” da mental coach e organizzatore di eventi che lo vede spesso in Giappone, paese che apprezza particolarmente le sua esperienza. Simpatico e disponibile ha “posato” anche per noi.

 

Facebooklinkedin